Table of Contents Table of Contents
Previous Page  221 / 268 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 221 / 268 Next Page
Page Background

n

Fase PLUS

Molti caricabatterie Mastervolt sono

dotati di uno step ulteriore, la fase PLUS.

Durante il periodo di inutilizzo delle

batterie, ogni 12 giorni, viene effettuato un

ciclo di absorption di un’ora per garantire

le perfette condizioni delle piastre.

n

Ampere di ritorno

Durante la fase di absorption, le batterie

accettano progressivamente meno

corrente. Quando la corrente di carica

rimane sotto un certo limite per un

certo periodo di tempo, la batteria viene

considerata completamente carica.

Questa corrente viene chiamata ‘corrente

di ritorno’ e il periodo corrispondente

viene chiamato ‘tempo di corrente di

ritorno’. Il caricabatterie lo interpreta

come il segnale per cambiare la fase di

carica in float. Come molti altri parametri

del caricabatterie, anche questi due

possono essere modificati dall’installatore

con l’aiuto del software scaricabile

gratuitamente dal sito Mastervolt.

In pratica, l’installatore può usare

questo software per personalizzare il

caricabatterie in base alle esigenze di

bordo.

CARICABATTERIE

n

Che caricabatterie serve per ricaricare una batteria servizi

da 200 Ah e una avviamento da 100 Ah?

Quando si calcola la capacità di carica di un caricabatterie normalmente non

si considerano le batterie avviamento, in quanto servono solo per avviare il

motore e poi vengono solo leggermente scaricate. Mentre si utilizza il motore,

l’alternatore ricarica le batterie e quando è collegato alla rete, si ricaricano

attraverso la seconda uscita del caricabatterie Mastervolt. In linea di massima,

una capacità pari al 25 % (50 % per batterie al gel) della capacità nominale delle

batterie è sufficiente a caricare velocemente e correttamente le batterie e ad

alimentare contemporaneamente le utenze di bordo. Per una batteria da

200 Ah, per esempio, il caricabatterie appropriato dovrebbe essere da 50 A.

n

Se la capacità di carica del mio caricabatterie è pari al 10 %

della capacità delle batterie, è sufficiente?

Sicuramente no. Puoi considerare da un 25 % fino al 50 %, con batterie

Mastervolt. La vecchia regola del 10 % era comune quando i caricabatterie

non avevano regolazione della corrente e della tensione e correnti elevate

potevano surriscaldare le batterie. I caricabatterie Mastervolt hanno una

perfetta regolazione corrente/tensione e sono anche equipaggiati con sensori

di temperatura che permettono di regolare la tensione in funzione della

temperatura della batteria. I carichi DC possono essere alimentati durante la

ricarica delle batterie, questo riduce ovviamente la corrente di carica destinata

alle batterie.

n

Si possono collegare in parallelo più caricabatterie?

Oltre a caricare le batterie i caricabatterie Mastervolt erogano energia per

le utenze a 12 V o 24 V a bordo. Si possono facilmente collegare in parallelo,

se si desidera aumentare la potenza. In pratica, questo metodo è spesso

l’unico modo di alimentare l’impianto a 12 V o 24 V quando si è alimentati

a 230 V o 400 V. Oppure, può servire una corrente di carica superiore a 100

Amps e si devono collegare in parallelo più caricabatterie. Un impianto con

più caricabatterie in parallelo non richiede nessun accessorio speciale. Si può

installare esattamente come un impianto con un solo caricabatterie, eccetto

che ogni caricabatterie ha i propri cavi da collegare alle batterie o al quadro di

distribuzione.

Anche i cavi per la compensazione della tensione vengono collegati

separatamente per ogni caricabatterie. Il sensore di temperatura di ogni

caricabatterie deve essere posizionato sulla batteria che si ritiene essere la più

calda. Se i caricabatterie e i sensori sono collegati correttamente, la corrente

richiesta verrà equamente distribuita tra i caricabatterie.

Rimane la possibilità che un caricabatterie vada in fase di absorption prima di

un altro. Questo è un fenomeno perfettamente normale dovuto alle tolleranze

delle tarature e privo di effetti sul tempo di ricarica e sull’operatività. Quando

si collegano più caricabatterie, raccomandiamo che siano dello stesso modello

e corrente di carica. Per esempio, se colleghiamo in parallelo un caricabatterie

da 100 Amps e uno da 50 Amps, la corrente non sarà equamente distribuita tra

i due. Nonostante questo accoppiamento non crei effetti sul processo di carica

e non sia dannoso per i caricabatterie, è molto più efficiente installare due

caricabatterie da 75 Amps l’uno.

n

Come posso caricare le

batterie con potenza limitata?

Quando più caricabatterie sono collegati

in parallelo, la normale connessione 230

volt è spesso insufficiente. Collegare solo

uno dei caricabatterie per proteggere la

connessione AC dal sovraccarico.

Per quanto aumenti il tempo necessario

alla ricarica, si è comunque collegati alla

rete per tutta la notte. Se il generatore

è in moto, si possono collegare i due

caricabatterie dato che il generatore

normalmente è più potente della

connessione da terra. I due caricabatterie

non causano il sovraccarico della

connessione di alimentazione.

Un’altra possibilità consiste nel dotare

l’imbarcazione o il veicolo di due

connessioni 230 volt.

221