Table of Contents Table of Contents
Previous Page  232 / 268 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 232 / 268 Next Page
Page Background

Tutto quello che bisogna sapere sugli

alternatori e regolatori di carica

Questi alternatori tendono ad essere

sensibili alle temperature: in ambienti

molto caldi, come la sala macchine,

l’uscita si riduce per derating fino a più

del 50 % della potenza nominale. Nelle

automobili non ci sono problemi, in

quanto l’avviamento non consuma quasi

niente dalle batterie e le utenze tipo

tergivetro o ventilatori non richiedono

molta energia. In generale, un’automobile

viaggia a regimi di giri molto elevati se

comparati con un motore marino e le

temperature sotto il cofano sono inferiori

grazie al raffreddamento naturale del

vento.

Perché un alternatore

Mastervolt?

Gli alternatori Mastervolt Alpha sono

progettati per erogare energia sufficien­

te anche a bassi giri. Un rapporto di

riduzione della puleggia di 1:3 e una

rotazione al minimo di 700-800 genera

corrente sufficiente a caricare le batterie

e ad alimentare le utenze collegate.

Gli alternatori Mastervolt resistono anche

alle alte temperature della sala macchine,

permettendo al motore di diventare una

fonte di energia per la ricarica veloce

delle batterie servizi.

Non usate alternatori troppo piccoli.

Un alternatore più grande assicura una

ricarica completa delle batterie e un

minor numero di ore di moto del motore.

Consigliamo di scegliere un alternatore

con un amperaggio pari al 30-50 % della

capacità delle batterie.

Gli alternatori standard provenienti dal

settore automotive hanno un regolatore

di carica monostadio, uscita 14 o 28 V.

Questi valori sono sufficienti per una

batteria da automobile, che raramente

viene scaricata. Inoltre il regolatore di

carica di provenienza automotive è molto

sensibile alle alte temperature e con

temperature elevate regola la tensione

a livelli ancora più bassi: 13,5 o 26,5

V. Questi valori sono troppo bassi per

caricare una batteria completamente

vuota. La massima capacità ottenibile

dalle batterie per questi livelli di tensione

è di circa il 60-70 %.

La vita media delle batterie viene

sensibilmente ridotta, se non

vengono ricaricate correttamente. Per

caricare adeguatamente una batteria

parzialmente o completamente scarica a

25 °C, servono tensioni pari a 14,25 V per

batterie a 12 V e 28,5 V per quelle a 24 V.

Per avere maggiori informazioni sugli alternatori e per gli schemi di installazione

consulta

n

mastervolt.it/alternatori

Per caricare velocemente le batterie quando il

motore principale è in moto, raccomandiamo

di montare un alternatore addizionale ad ‘alto

amperaggio’ sul motore stesso.

Quando la batteria è completamente

carica, queste tensioni devono essere

abbassate rispettivamente a 13,25 V

e 26,5 V (fase float), per prevenire il

surriscaldamento della batteria.

Alternatori isolati anche per

scafi in alluminio

Gli alternatori Mastervolt sono isolati

da massa, ovvero il polo negativo

dell’alternatore non è collegato allo

chassis, ma ha un collegamento separato.

Ciò significa che sono adatti anche per

barche in alluminio, dove non è permesso

collegare il polo negativo allo scafo.

Più potenza

Gli alternatori Mastervolt offrono una

potenza maggiore rispetto a quelli

montati di serie sui motori. Per questo

motivo la cinghia standard a una gola

non è sufficiente a trasferire la potenza

dal motore all’alternatore. Servono

due cinghie e spesso anche la puleggia

del motore deve essere cambiata. Il

tuo fornitore del motore può aiutarti

a scegliere la puleggia a doppia gola

più adatta e ti consiglierà come meglio

eseguire l’installazione. Per sopperire alla

potenza maggiore, si deve modificare

anche il supporto dell’alternatore.

Gli alternatori standard, progettati per l’industria

dell’automobile, forniscono energia sufficiente

per caricare le batterie e alimentare le utenze solo

quando raggiungono un regime di giri elevato.

INFORMAZIONI TECNICHE

232