Table of Contents Table of Contents
Previous Page  234 / 268 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 234 / 268 Next Page
Page Background

INFORMAZIONI TECNICHE

Le batterie come

fonte di energia

Il principio di funzionamento

di una batteria al piombo

La batteria immagazzina energia attaver-

so il processo elettrochimico. Se necessa-

rio, l’energia viene nuovamente rilasciata

come energia elettrica per alimentare

carichi DC, come motorini di avviamento

o illuminazione in genere. Una batteria

è costituita da diverse celle galvaniche,

con una tensione di 2 Volt ciascuna. Per

una batteria a 12 V vengono utilizzate sei

celle collegate in serie e installate dentro

un unico contenitore. Per ottenere 24 V

si collegano due batterie a 12 V in serie.

Ogni cella è composta da piastre in piom-

bo ossidate positive e piastre in piombo

metallico negative e da un elettrolita

composto da acqua e acido solforico.

Durante la scarica l’ossido di piombo sulla

piastra di piombo viene trasformato in

solfato di piombo. Il livello di acido dimi-

nuisce perché questo processo richiede

acido solforico.

Per ricaricare le batterie serve una

fonte di energia esterna come un

caricabatterie, un alternatore o un

pannello solare, che fornisca un tensione

di circa 2,4 V per cella. Il solfato di piombo

viene riconvertito in piombo e ossido di

piombo e l’acido solforico contenuto si

ripristina. Ci sono dei limiti di tensione di

carica per prevenire un eccessivo rilascio

di idrogeno. Una tensione di carica

superiore a 2,4 V, per esempio, rilascia

quantitativi importanti di gas di idrogeno

che possono dare vita ad una miscela

altamente esplosiva.

Il limite superiore per la ricarica di

batterie a 12 V è di 14,4 V e il valore

corrispondente per batterie a 24 V è pari

a 28,8 V, ambedue a 20 °C. la relazione

tra lo stato di carica della batteria e la

acido solforico è la seguente:

gravità specifica della miscela acqua/

Tipi diversi di batterie, in termini

di spessore e numero di piastre,

corrispondono ad applicazioni diverse.

La massima corrente che può erogare

delle piastre. Il numero di volte che la

è determinata dal totale delle superfici

batteria può essere scaricata e ricaricata,

numero di cicli, dipende dallo spessore

delle piastre. Una batteria può essere

formata da molte piastre sottili o in

numero minore ma più spesse.

La batteria avviamento

La batteria avviamento è composta da

molte piastre sottili per cella, per ottenere

di batteria è quindi adatto a fornire alti

una grande superficie totale. Questo tipo

livelli di corrente per tempi brevi. Il numero

di volte che una batteria avviamento può

essere scaricata a fondo è limitato a circa

50-80. Comunque, dato che per fare un

avviamento si usa una piccolissima parte

dell’energia accumulata (circa lo 0,01 %),

la batteria dura molti anni. Questo tipo di

batterie non è adatto ad un utilizzo ciclico

come le batterie servizi.

percentuale

di carica

tensione

batteria

gravità percentuale

di scarica

0 %

11,64 V

1,100

± 100 %

20 %

11,88 V

1,140

± 80 %

40 %

12,09 V

1,175

± 60 %

60 %

12,30 V

1,210

± 40 %

80 %

12,51 V

1,245

± 20 %

100 %

12,72 V

1,280

0 %

Esistono diversi tipi di batterie ricari-

cabili. Le più comuni sono del tipo al

piombo. Meno comuni sono le bat-

terie al Nichel Cadmio (NiCad), che si

trovano ancora in vecchi sistemi di

emergenza. L’alta tensione di carica

richiesta dalle batterie NiCad e la

loro elevata sensibilità alle condizioni

ambientali, rendono questa batteria

inadatta ad essere installata a bordo di

imbarcazioni o nel settore automotive.

234