Table of Contents Table of Contents
Previous Page  236 / 268 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 236 / 268 Next Page
Page Background

MASTER

n

TIP

INFORMAZIONI TECNICHE

Le domande più frequenti

sulle batterie

n

In quanto tempo si scarica

una batteria?

Dipende dalla capacità e dai consumi

delle utenze collegate. La regola è che più

velocemente la batteria si scarica meno

energia può fornire. Ciò vale anche per il

contrario: più lenta è la scarica più energia

la batteria è in grado di erogare.

Una batteria al piombo liquido da 100 Ah

che eroga 5 A per 20 ore dura fino a

quando la tensione non scende sotto i

10,5 V. Ciò equivale a 100 Ah. Se un carico

di 100 ampere è collegato alla stessa

batteria, la durata sarà di 45 minuti.

Dopo questo periodo la tensione scende

sotto i 10,5 V e la batteria è scarica nono­

stante abbia erogato non più di 75 Ah.

Contrariamente alla batteria al piombo

liquido, una batteria agli Ioni di Litio non

subisce danni se collegata ad un carico

di potenza elevata. La batteria agli Ioni di

Litio fornisce sempre il 100 % della sua

capacità, indipendentemente dal carico

connesso.

n

Dopo quanto tempo la

batteria va cambiata?

La durata di una batteria dipende da

quanto spesso e con quanta intensità

è stata scaricata. Cruciali sono anche i

metodi di ricarica e i tipi di caricabatterie.

Utilizzando la batteria durante i week end

e le vacanze, la vita media per una Gel o

AGM va da cinque a sette anni.

Se le batterie vengono scaricate spesso

si deve aumentare la capacità. C’è anche

la possibilità di usare batterie a 2 V. Una

durata di 15 anni è piuttosto comune per

questo tipo di batterie, sempre che la

capacità sia corretta e vengano ricaricate

in modo appropriato. Le batterie agli Ioni

di Litio sono le migliori, perchè possono

essere ricaricate velocemente e durano

rispetto alle altre batterie fino a tre volte

di più.

n

Per maggiori informazioni, consulta il

capitolo ‘Determinare la durata’.

n

Cosa sono le connessioni in serie e in parallelo?

Collegamento in serie

La connessione in serie si usa per aumentare la tensione mantenendo la capacità

allo stesso livello. Due batterie da 12 V 120 Ah collegate in serie formano un banco

da 24 V 120 Ah. Nel collegamento in serie il polo positivo di una batteria è collegato

con il polo negativo dall’altra, con poli ai due capi che vengono collegati all’impianto.

Batterie con capacità diverse non possono assolutamente essere collegate in serie.

n

Mastervolt fornisce anche batterie a 2 V,

6 V e 24 V; il principio dei collegamenti in

serie e in parallelo rimane lo stesso.

Collegamento in serie 24 V/200 Ah.

Collegamento in serie 48 V/200 Ah.

Collegamento in

parallelo 12 V/400 Ah.

Collegamento serie/

parallelo 24 V/400 Ah.

Collegamento serie/parallelo

Se serve un banco batterie a 24 V con capacità

maggiore, puoi combinare i collegamenti in serie e

in parallelo. I cavi dalle batterie all’impianto devono

essere incrociati: positivo dalla batteria 1 e negativo

dall’ultima batteria del parallelo.

Collegamento in parallelo

Il collegamento in parallelo si usa quando si deve

aumentare la capacità. I poli positivi vengono

collegati insieme, così come i negativi.

Il collegamento all’impianto deve essere tra il

positivo della batteria 1 e il negativo della

batteria 2 (o dell’ultima in parallelo).

Assicurati che ci sia spazio sufficiente tra le batterie quando si montano

in gruppi. Ci deve essere un ‘dito’ di spazio tra loro per permettere lo

smaltimento del calore.

236